Escursioni nel territorio di Padru
Vista dal monte Nieddu 1 ; Vista dal Monte Nieddu 2 ;Vista Monte Nieddu 3 ; Pianedda 1 ; Pianedda 2 ; Quercie

Il Comune di Padru si caratterizza per avere un territorio che offre la possibilità di fare escursioni sia di interesse naturalistico che paesaggistico. Si tratta di un territorio collinoso e montuoso che spesso e volentieri volge lo sguardo verso gli splendidi panorami costieri di Budoni e San Teodoro, con sullo sfondo l'immancabile isola di Tavolara e il promontorio di Capo Codacavallo, al centro dell'omonima area marina protetta. Tutto ciò dopo aver attraversato boschi di querce da sughero. Meritano senza dubbio di essere visitate tutte le frazioni, per le loro singolari caratteristiche: Biasì, Budò, Graniatolzu, lungo la strada che da  San Teodoro porta in paese; Sotza, Cuzzola, Tirialzu, Nodalvu, Sos Runcos, Sas Enas, Pedra Bianca, Sa Serra e Ludurru, che si trovano sulla strada che invece conduce a Buddusò. In Particolare dalla frazione di Pedra Bianca, data la sua posizione, si può ammirare un panorama a tutto tondo. Interessante anche la possibilità di fare escursioni, a cavallo o in mountain bike, lungo il  tragitto all'interno del cantiere forestale. Sulla strada da Padru per Pedra Bianca, tre chilometri prima della frazione, si gira a destra prendendo un sentiero, lungo il quale, si possono ammirare rocce dalle forme piuttosto strane, modellate, nel tempo dagli agenti atmosferici. Consigliatissimo recarsi sul posto con il fuoristrada e accompagnati da guide locali. Insomma, la scelta degli itinerari è piuttosto varia. Non mancano, infatti, fiumi, ruscelli e torrenti (di cui il principale è  il fiume Lerno) da cui possono avere inizio diversi percorsi attraverso le vecchie strade carrereccie che collegano le diverse frazioni di Padru tra di loro. Tra i più interessanti sicuramente quello che collega la frazione di Sotza con quella di Su Tirialzu; la frazione di Cuzzola con quella di Sos Runcos.

Le foto linkate in questa pagina si trovano sul sito ufficiale del Comune di Padru (www.comune.padru.ss.it ) che ne è l'unico proprietario.